Agricoltura ecosostenibile

Ci occupiamo anche di questo argomento nell’ambito del nostro progetto, perché l’attenzione alla qualità del cibo ha un ruolo importante nel sostenere i processi di guarigione di un organismo che si è allontanato dal suo equilibrio ottimale.

L’agricoltura convenzionale attuata con l’uso di fertilizzanti e di antiparassitari chimici può essere considerata come una delle cause del degrado dell’ecosistema della terra e dell’uomo.

E’ stato dimostrato ampiamente che non è vero che sia indispensabile per sfamare la popolazione mondiale, ma anzi porta ad un impoverimento progressivo delle popolazioni più deboli e ad una riduzione e inquinamento delle risorse idriche.

Sempre più frequenti fenomeni naturali estremi come siccità e allagamenti distruggono le grandi coltivazioni provocando gravi carestie anche in paesi non abituati a tali danni.

Anche il corpo umano ha subito nel tempo l’aggressione da parte dei residui chimici estranei al suo metabolismo con un aumento notevole delle patologie.

Quali alternative abbiamo?

Un’agricoltura rispettosa degli equilibri globali della terra, non globalizzata, ma sempre più vicina ad ogni essere umano e alle sue esigenze in armonia con la cultura e le tradizioni locali, anche se attuata integrando le più recenti conoscenze (di cui possiamo vedere un esempio nella filosofia della Permacultura).

Il cibo è fondamentale per la sopravvivenza ma anche per la salute di ogni essere umano e non possiamo sperare di poterci curare senza l’apporto di alimenti sani e vitali. Un futuro con scarsa disponibilità di cibo e di acqua significa vivere in schiavitù e creare i presupposti per devastanti guerre di sopravvivenza.

Leave a Reply